Depressione e psicoterapia online: nuove frontiere nel trattamento dei disturbi dell’umore

La depressione è uno dei disturbi psichici più diffusi nella popolazione adulta che ha un impatto molto pesante sulla salute pubblica. Per il trattamento di tale patologia la psicoterapia risulta essere efficace. Tuttavia, non tutti i pazienti riescono a fruire di questo tipo di cura per svariati motivi: tempo, denaro, difficoltà da parte delle strutture pubbliche di fornire il servizio di psicoterapia a tutte le persone che ne hanno bisogno, ecc. (van der Vaart R., Witting M., Riper H., 2014).
In un contesto così complesso e articolato, la tecnologia e i servizi online possono offrire delle soluzioni efficaci fornendo percorsi psicologici e psicoterapeutici online adeguati e personalizzati.
Approfondiamo meglio il fenomeno della psicoterapia online nell’ambito della depressione.

                                      

Efficacia della psicoterapia online con i pazienti depressi

Recenti studi hanno dimostrato che i percorsi psicologici online per il trattamento della depressione sono risultati efficaci quanto i percorsi psicologici in presenza (Richards D., Richardson T., 2012; Andersson G., Cuijpers P., 2009; Kaltenthaler E., Brazier J., De Nigris E., Tumur I., Ferriter M., Beverley C., Parry G., Rooney G., 2006). Tuttavia, rispetto alla psicoterapia in studio, con i percorsi psicologici online può essere più difficoltosa la continuità del trattamento e l’adesione al programma psicoterapeutico online (Gerhards S.A., Abma T.A., Arntz A., de Graaf L.E., Evers S.M., Huibers M.J.H., Widdershoven G.A., 2011; Sharry J., Davidson R., McLoughlin O., Doherty G., 2013). Diverse ricerche hanno evidenziato che alcune forme di supporto offerte dalla psicoterapia online aumentano l’efficacia del trattamento e rinforzano l’alleanza terapeutica tra psicologo online e paziente.
Ad oggi, la maggior parte degli interventi forniti dallo psicologo online nell’ambito della psicoterapia online si concentra sul trattamento di pazienti con forme di depressione lieve o moderata (Richards D., Richardson T., 2012; Fledderus M., Bohlmeijer E.T., Pieterse M.E., Schreurs K.M.G., 2012). L’utilizzo della psicoterapia online nei contesti di sanità pubblica è ancora molto scarso, sebbene le potenzialità in questo settore siano notevoli. In generale, un piano di interventi di psicoterapia online nell’assistenza sanitaria pubblica potrebbe essere implementata anche nel trattamento di pazienti affetti da forme di depressione più grave, ovviamente con programmi e piani terapeutici differenti e una presenza più assidua e capillare dell’equipe che si occupa di tale disagio in modalità online (Newman M.G., Szkodny L.E., Llera S.J., Przeworski A., 2011).

                                                       

Combinazione tra psicoterapia online e psicoterapia in presenza

Recenti studi hanno dimostrato che l’aggiunta di sessioni di psicoterapia online alle classiche sedute di psicoterapia in presenza può rinforzare l’alleanza terapeutica e l’efficacia del trattamento. Tuttavia, con questo tipo di approccio aumentano i costi dell’intervento e il carico di lavoro per i professionisti (Meglic M., Furlan M., Kuzmanic M., Kozel D., Baraga D., Kuhar I., Kosir B., Iljaz R., Novak Sarotar B., Dernovsek M.Z., Marusic A., Eysenbach G., Brodnik A., 2010; Robertson L., Smith M., Castle D., Tannenbaum D., 2006). Per superare quest’impasse, è possibile adottare una combinazione di terapia online e di psicoterapia in presenza senza andare ad incrementare il numero di sedute effettive: si tratterebbe pertanto non di un’aggiunta di sedute (quelle online) bensì di un’armoniosa alternanza tra sedute di psicoterapia online e sedute di psicoterapia in presenza. Diversi studi hanno evidenziato che in un contesto di questo tipo, la durata effettiva della terapia rimane la stessa o addirittura si accorcia lievemente (Gega L., Marks I., Mataix-Cols D; Postel M., Witting M., Van Gemert-Pijnen L., 2013).
Questa sinergia tra sedute di psicoterapia online e psicoterapia in presenza deve essere organizzata e modulata a seconda del livello di gravità del paziente depresso: nei casi in cui la depressione sia meno seria e il livello di autonomia del paziente elevato, si possono intensificare le sedute con lo psicologo online, nei casi di depressione più grave, dove il sostegno e il monitoraggio devono essere più intensi, ci si concentrerà maggiormente sulle sessioni di psicoterapia in presenza (van der Vaart R., Witting M., Riper H., 2014).
Nei prossimi articoli sull’argomento, approfondiremo ulteriormente il ruolo della psicoterapia online nell’ambito della depressione.

                                                      

 

BIBLIOGRAFIA


- van der Vaart et al. “Blending online therapy into regular face-to-face therapy for depression: content, ratio and preconditions according to patients and therapists using a Delphi study”; BMC Psychiatry 2014, 14:355.
- Richards D, Richardson T: Computer-based psychological treatments for depression: a systematic review and meta-analysis. Clin Psychol Rev 2012, 32:329–342.
- Andersson G, Cuijpers P: Internet-based and other computerized psychological treatments for adult depression: a meta-analysis. Cogn Behav Ther 2009, 38:196–205.
- Kaltenthaler E, Brazier J, De Nigris E, Tumur I, Ferriter M, Beverley C, Parry G, Rooney G: Computerised cognitive behaviour therapy for depression and anxiety update. Health Technol Assess 2006, 10.
- Gerhards SA, Abma TA, Arntz A, de Graaf LE, Evers SM, Huibers MJH, Widdershoven GA: Improving adherence and effectiveness of computerised cognitive behavioural therapy without support for depression: a qualitative study on patient experiences. J Affect Disord 2011, 129:117–125.
- Sharry J, Davidson R, McLoughlin O, Doherty G: A service-based evaluation of a therapist-supported online cognitive behavioral therapy program for depression. J Med Internet Res 2013, 15:e121.
- Gega L, Marks I, Mataix-Cols D: Computer-aided CBT self-help for anxiety and depressive disorders: experience of a London clinic and future directions. J Clin Psychol 2004, 60:147–157.
- Fledderus M, Bohlmeijer ET, Pieterse ME, Schreurs KMG: Acceptance and commitment therapy as guided self-help for psychological distress and van der Vaart et al. BMC Psychiatry 2014, 14:355 Page 9 of 10 http://www.biomedcentral.com/1471-244X/14/355 positive mental health: a randomized controlled trial. Psychol Med 2012, 42:485–495
- Meglic M, Furlan M, Kuzmanic M, Kozel D, Baraga D, Kuhar I, Kosir B, Iljaz R, Novak Sarotar B, Dernovsek MZ, Marusic A, Eysenbach G, Brodnik A: Feasibility of an eHealth service to support collaborative depression care: results of a pilot study. J Med Internet Res 2010, 12:e63.
- Robertson L, Smith M, Castle D, Tannenbaum D: Using the Internet to enhance the treatment of depression. Australas Psychiatry 2006, 14:413–417.
- Wright JH, Wright AS, Albano AM, Basco MR, Goldsmith LJ, Raffield T, Otto MW: Computer-assisted cognitive therapy for depression: maintaining efficacy while reducing therapist time. Am J Psychiatry 2005, 162:1158–1164.