Il ruolo del linguaggio del volto e della comunicazione verbale nella psicoterapia online

Nei precedenti articoli sull’argomento abbiamo analizzato molteplici aspetti e sfaccettature della preziosa pratica clinica della psicoterapia online. Abbiamo considerato le differenze nella gestione del corpo in psicoterapia online e in studio e il differente ruolo che assumono lo psicologo e lo psicologo online (La gestione del corpo nella psicoterapia online).
Abbiamo altresì analizzato quanto sia importante e delicato per lo psicologo online, così come per il paziente, la gestione dello spazio all’interno della seduta online tenendo presente che quello che più conta non è tanto lo spazio fisico che si stabilisce paziente e psicologo, quanto piuttosto lo spazio mentale che si viene a creare (L’importanza della relazione e della gestione dello spazio in seduta per lo psicologo online).
In questo articolo esamineremo altri elementi legati al ruolo dello spazio in psicoterapia online e il ruolo del linguaggio verbale.

                                               

Il “gioco” della psicoterapia in presenza e online

Abbiamo potuto vedere come in psicoterapia lo spazio fisico assuma un ruolo importante che tuttavia va gestito in maniera differente dallo psicologo, a seconda che la seduta sia online o in presenza.
La psicoterapia, così come l’analisi, può essere considerata un “gioco”. In tale gioco lo psicologo cerca di capire in che modo il paziente dà senso al proprio mondo interno: a partire da questo gioco si cercano strade che conducano ad una trasformazione funzionale al benessere del paziente e all’autoconsapevolezza dei propri tratti di personalità.
Nel percorso psicoterapeutico, psicologo e paziente si “avventurano” in un “viaggio” di cambiamento reciproco dove ci si trasforma a vicenda, ovviamente in forme e modalità differenti. Alla luce di queste considerazioni, ciò che si condivide all’interno della seduta non è il semplice spazio fisico bensì l’opportunità di “giocare” parti importanti del proprio mondo interno e identificatorio e di far riaffiorare dinamiche familiari del passato da scoprire e rendere coscienti. Ecco che allo stesso modo della seduta in presenza, la seduta online può creare le condizioni ottimali affinchè questo gioco si possa realizzare con profitto: ciò che conta è che le regole del “gioco” tra psicologo online e paziente siano chiare e condivise e che col passare del tempo tra i due si costruisca e si consolidi un’adeguata alleanza terapeutica.

                                                       

Mimica facciale e comunicazione: una nuova “sfida” per lo psicologo online

Analizziamo ora un altro aspetto molto importante e delicato nell’ambito della psicoterapia online: la comunicazione verbale e la mimica facciale ad essa legata. Come già accennato in diversi articoli sull’argomento, due criticità che caratterizzano la psicoterapia online sono l’assenza fisica e la perdita di tutta una serie di aspetti riconducibili al linguaggio non verbale.
Nelle terapie in presenza psicologo e pazienti sono continuamente coinvolti nel flusso delle dinamiche relazionali, flusso che include la comunicazione non verbale e il linguaggio del corpo. Nella psicoterapia online invece questo flusso va costruito insieme in maniera più attiva da parte del paziente e dello psicologo online. Il terapeuta dovrà prestare molta più attenzione alle sue espressioni del viso (che nella psicoterapia online è sempre in primo piano) a al linguaggio verbale. Egli dovrà inoltre interrogarsi sull’impatto che avranno questi due fattori sul paziente e su come quest’ultimo li interpreterà.
Le espressioni del volto, così come lo sguardo, rappresentano un elemento di interpretazione fondamentale per lo psicologo online. Allo stesso modo la mimica facciale e le comunicazioni verbali dello psicologo online assumono una rilevanza tutta particolare nel contesto di psicoterapia online.
Le espressioni facciali divengono pertanto il più importante canale di comunicazione non verbale nella seduta online: esse devono sopperire alla mancanza di informazioni provenienti dal resto del corpo.
In un contesto del genere, la comunicazione verbale dovrà inevitabilmente essere più incisiva, più diretta e intensa, essendo mancanti alcune importanti componenti del linguaggio del corpo.
Le espressioni facciali e lo sguardo diventano infatti i canali principali della comunicazione non-verbale controbilanciando la mancanza di incisività del resto del corpo. La comunicazione verbale può qui diventare più consistente, più frequente, diretta ed esplicita.
Nel prossimo articolo sull’argomento approfondiremo ulteriori aspetti legati a tali dinamiche in psicoterapia online.

Per prenotare una seduta di psicoterapia online o in studio con uno psicologo a Torino, è possibile contattare il dottor Caricchi ai riferimenti che trovate all’interno del sito psicologo-online24.it.