psicologo online davide caricchi
Scritto dal Dott. Davide Caricchi
Scritto il 27 Mag, 2024
Seguimi sui social

La dipendenza da gioco online

La dipendenza da gioco online, conosciuta anche come “net gaming addiction“, rappresenta una problematica significativa nel campo della psicologia clinica, caratterizzata da un coinvolgimento eccessivo e compulsivo nei giochi online che compromette varie aree della vita di un individuo. Questo disturbo si manifesta attraverso un pattern di comportamento persistente e ripetitivo, dove il soggetto dedica una quantità sproporzionata di tempo e attenzione ai giochi online, trascurando altre responsabilità e relazioni sociali.

La dipendenza da gioco online non è semplicemente un passatempo che assume delle caratteristiche smodate, esso costituisce vero e proprio disturbo del comportamento che può portare a gravi conseguenze psicologiche, sociali e fisiche.
Gli individui affetti da dipendenza da gioco online spesso mostrano una preoccupazione costante per il gioco, al punto da pensarci continuamente anche quando non sono attivamente impegnati. Questo pensiero pervasivo può interferire con le loro attività quotidiane portando a una riduzione significativa del rendimento scolastico o lavorativo.

La necessità di giocare aumenta progressivamente richiedendo periodi sempre più lunghi per raggiungere lo stesso livello di soddisfazione o eccitazione, il che porta a un ciclo di gioco sempre più intenso e prolungato.

Un’altra caratteristica fondamentale della dipendenza da gioco online è la difficoltà nel controllare o ridurre il tempo di gioco. Nonostante i tentativi ripetuti di limitare o interrompere l’attività, l’individuo si trova incapace di farlo sperimentando spesso sentimenti di frustrazione e fallimento. Questo senso di perdita di controllo è un segno distintivo del disturbo e contribuisce alla sua persistenza. La persona continua a giocare nonostante le conseguenze negative che il comportamento provoca nella sua vita. Questi effetti avversi possono includere problemi nelle relazioni personali, situazioni di conflitto familiare, isolamento sociale e difficoltà finanziarie, poiché il tempo e le risorse vengono sempre più dirottati verso l’attività di gioco.

La dipendenza da gioco online può anche essere utilizzata come una forma di evasione da problemi personali o emozioni negative. Molti individui trovano nei giochi online una via di fuga dalle loro preoccupazioni quotidiane o dai sentimenti di ansia e depressione. Questo utilizzo compensativo del gioco rafforza ulteriormente il comportamento compulsivo, creando un “circolo vizioso” in cui l’individuo si rifugia sempre di più nel gioco per evitare il disagio emotivo.
Le cause della dipendenza da gioco online sono multifattoriali e includono aspetti psicologici, sociali e neurobiologici.

Dal punto di vista psicologico, i giochi online offrono una gratificazione immediata e un senso di realizzazione che può essere molto allettante. La struttura dei giochi, che spesso include obiettivi chiari e ricompense intermittenti, è progettata per mantenere l’interesse e incentivare il gioco continuativo.

Dal punto di vista sociale, molti giochi online includono componenti interattive che creano un forte senso di comunità e appartenenza spingendo l’individuo a passare sempre più tempo online per mantenere le relazioni virtuali.

La diagnosi di dipendenza da gioco online richiede una valutazione clinica approfondita in cui lo psicologo utilizza criteri diagnostici specifici per determinare la presenza e la gravità del disturbo. La valutazione può includere test, interviste cliniche, questionari e scale di autovalutazione, progettati per esplorare il comportamento di gioco, l’impatto sulla vita quotidiana e la presenza di eventuali sintomi associati come ansia o depressione.

Il trattamento della dipendenza da gioco online spesso richiede un approccio multidisciplinare. Gli interventi psicoterapeutici, come la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) e la psicoterapia psicodinamica si sono dimostrati efficaci nell’aiutare gli individui a modificare i loro pensieri e comportamenti relativi al gioco. Nei casi più gravi, può essere indicato l’uso di farmaci per trattare sintomi concomitanti di ansia o depressione.

La dipendenza da gioco online, o “net gaming addiction”, è un disturbo complesso che richiede un’attenta valutazione e un trattamento mirato. La sua gestione efficace implica un approccio integrato che tenga conto delle specifiche esigenze psicologiche e sociali dell’individuo, al fine di promuovere un recupero duraturo e migliorare la qualità della vita.

Che cos’è la dipendenza da gioco online?

Ma che cos’è nello specifico la dipendenza da gioco online? Nella categoria della dipendenza da Internet rientrano comportamenti vari, tra cui il gioco d’azzardo e i videogames. La dipendenza da gioco online è stata recentemente inserita nella terza sezione del DSM-5, riconoscendo così ufficialmente il problema. Già dagli anni ’80, giochi come “Campo minato” e “Solitario” iniziavano a creare problemi nelle aziende, dove i lavoratori passavano gran parte del loro tempo a giocare. Tuttavia, con lo sviluppo dei giochi interattivi online e dei giochi di ruolo, il fenomeno della dipendenza da gioco online è aumentato in modo esponenziale.

La dipendenza da gioco online condivide molti elementi con la dipendenza da sostanze. Tra questi, le variazioni nei circuiti neurotrasmettitoriali, in particolare l’alterazione del sistema dopaminergico legato al rinforzo, e le alterazioni comportamentali, come il controllo degli impulsi, l’inibizione e il controllo cognitivo.

Diversi studi dimostrano che la dipendenza da gioco online è associata a gravi conseguenze per la salute psicofisica dell’individuo. Queste conseguenze includono una drastica riduzione delle relazioni interpersonali, la riduzione o l’assenza di hobbies, una cattiva igiene del sonno, un calo delle prestazioni lavorative e accademiche, una diminuzione delle abilità attentive, un aumento dell’aggressività e dell’ostilità, un aumento dello stress, un calo della memoria verbale, un aumento della solitudine e un aumento di peso.

Secondo Griffiths (2005), la dipendenza da gioco online può essere compresa attraverso sei componenti che costituiscono il processo bio-psico-sociale della dipendenza. A livello comportamentale, l’individuo è totalmente assorbito dal gioco utilizzando il gioco stesso come un mezzo per fuggire dalla realtà e provare emozioni piacevoli.

Col passare del tempo, la persona ha bisogno di prolungare il tempo passato a giocare per sentire gli effetti positivi, come le emozioni piacevoli. Se impossibilitata a giocare, la persona si sente ansiosa, depressa e irritabile. Questo porta a un significativo ritiro sociale. Anche quando l’individuo comprende la gravità della sua situazione e tenta di smettere di giocare per un certo periodo, non riesce mai a interrompere completamente il comportamento di gioco.

Dal punto di vista delle relazioni interpersonali, chi soffre di dipendenza da gioco online preferisce trascorrere il suo tempo con amici conosciuti in rete ritenendo queste relazioni più vere e intense rispetto a quelle della vita reale. Questo comportamento è indicativo del fatto che coloro che soffrono di dipendenza da giochi online utilizzano il gioco per evitare di provare insoddisfazione. Man mano che diventano sempre più coinvolti nel gioco, emergono sintomi legati al ritiro, come l’ansia e l’irritabilità.

La dipendenza da gioco online, quindi, non è solo una questione di tempo trascorso davanti allo schermo ma una condizione complessa che coinvolge aspetti neurobiologici, psicologici e sociali. I cambiamenti nei circuiti dopaminergici indicano una modifica nelle modalità di rinforzo e gratificazione del cervello, simile a quanto accade con le dipendenze da sostanze. Dal punto di vista del comportamento, l’incapacità di controllare il gioco e la ricerca di sensazioni piacevoli attraverso il gioco diventano elementi centrali della vita dell’individuo, elementi che tuttavia compromettono seriamente le sue capacità di funzionamento in altre aree.

La dipendenza da gioco online è un disturbo che richiede un’attenzione particolare sia da parte dei professionisti della salute mentale sia dalle famiglie. Riconoscere i segni e i sintomi di questo disturbo è il primo passo verso un intervento efficace. La gestione della dipendenza da gioco online implica spesso un approccio multidisciplinare che può includere terapia cognitivo-comportamentale o psicoterapia a indirizzo psicodinamico, supporto familiare e, in alcuni casi, interventi farmacologici per trattare sintomi associati come l’ansia e la depressione.

Solo attraverso un intervento mirato e comprensivo si può riuscire ad aiutare gli individui affetti da dipendenza da gioco online a recuperare un equilibrio nella loro vita e migliorare il loro benessere complessivo.

Tipologie di dipendenza da gioco online

La dipendenza da gioco online è una condizione complessa che può manifestarsi in diverse forme, ciascuna con caratteristiche specifiche e distinte. Comprendere le diverse tipologie di dipendenza da gioco online è fondamentale per sviluppare interventi terapeutici mirati ed efficaci. Questa disamina esplorerà le varie categorie di dipendenza da gioco online: analizzeremo le loro peculiarità e il loro impatto sulla salute mentale e fisica degli individui che ne soffrono.

Una delle forme più comuni di dipendenza da gioco online è la dipendenza dai giochi di ruolo multiplayer online, noti come MMORPG (Massively Multiplayer Online Role-Playing Games). Questi giochi offrono un ambiente virtuale immersivo e interattivo, dove i giocatori possono creare e sviluppare personaggi, completare missioni e interagire con altri giocatori. La natura persistente di questi mondi virtuali e l’opportunità di costruire una vita parallela attrae molti individui, specialmente quelli che cercano una fuga dalla realtà.

La dipendenza da MMORPG si caratterizza per l’enorme quantità di tempo che i giocatori dedicano al gioco, spesso a scapito delle loro relazioni interpersonali, del lavoro o dello studio. Gli individui che dipendono da questo gioco possono sviluppare un forte senso di appartenenza e identità all’interno del gioco, trovando difficile separarsi dal loro personaggio virtuale e dal mondo online.

Un’altra forma di dipendenza da gioco online è quella legata ai giochi di strategia in tempo reale (RTS). Questi giochi richiedono una pianificazione e una gestione delle risorse complesse, dove i giocatori competono contro altri in tempo reale. La dipendenza da giochi RTS può emergere a partire dalla necessità di perfezionare le proprie abilità strategiche e dalla competitività insita nel gioco.

Gli individui con questo tipo di dipendenza possono passare ore a sviluppare strategie, analizzare partite precedenti e cercare di migliorare costantemente le proprie prestazioni. Questa forma di dipendenza può portare a un aumento dello stress e dell’ansia, poiché i giocatori sono costantemente sotto pressione per performare al massimo livello.

I giochi “sparatutto” (FPS) rappresentano un’altra categoria di dipendenza da gioco online. Questi giochi sono caratterizzati da un’azione frenetica e dalla necessità di riflessi rapidi e precisione. La dipendenza da giochi FPS può essere alimentata dall’adrenalina e dall’eccitazione che derivano dall’azione continua e dal successo nel gioco. Gli individui affetti possono diventare ossessionati dal miglioramento delle proprie abilità di tiro e dal raggiungimento di punteggi elevati. Questa forma di dipendenza può avere un impatto negativo sulla regolazione emotiva, poiché i giocatori possono sperimentare alti livelli di eccitazione e frustrazione.

La dipendenza da giochi di carte online, come il poker, è un’altra forma significativa di dipendenza da gioco online. Questi giochi combinano elementi di abilità e fortuna, e possono essere particolarmente attraenti per gli individui che cercano l’emozione del gioco d’azzardo. La dipendenza da giochi di carte online può portare a problemi finanziari gravi, poiché i giocatori possono scommettere somme di denaro sempre più elevate nel tentativo di recuperare le perdite o di aumentare le vincite. Questa forma di dipendenza è spesso associata a comportamenti di rischio e alla difficoltà di gestire l’impulso di continuare a giocare nonostante le perdite.

I giochi di puzzle e di logica rappresentano un’altra tipologia di dipendenza da gioco online. Sebbene questi giochi possano sembrare meno dannosi rispetto ad altre categorie, possono comunque portare a una dipendenza significativa. Gli individui affetti da tale dipendenza possono dedicare ore alla risoluzione di puzzle complessi o alla ricerca della soluzione perfetta trascurando altre attività e responsabilità. Questa forma di dipendenza può essere particolarmente insidiosa, poiché il gioco può sembrare inizialmente innocuo e persino educativo.

Infine, i giochi “sociali”, come quelli offerti su piattaforme di social media, costituiscono un’ulteriore categoria di dipendenza da gioco online. Questi giochi spesso incorporano elementi di interazione sociale e competizione con amici o altri utenti online. La dipendenza da giochi sociali può essere alimentata dal desiderio di mantenere il proprio status nel gioco, di ricevere riconoscimenti e di competere con altri giocatori. Tali pazienti possono diventare ossessionati dal controllo e dall’aggiornamento continuo del loro progresso nel gioco trascurando le relazioni e le attività del mondo reale.

In sintesi, la dipendenza da gioco online può manifestarsi in molteplici forme, ciascuna con caratteristiche uniche e implicazioni specifiche per la salute mentale e fisica. La dipendenza da MMORPG è caratterizzata da un forte senso di identità e appartenenza al mondo virtuale, mentre la dipendenza da giochi RTS è guidata dalla necessità di perfezionare abilità strategiche. I giochi FPS possono alimentare la dipendenza attraverso l’adrenalina e l’eccitazione dell’azione continua, mentre i giochi di carte online combinano elementi di abilità e fortuna portando spesso a problemi finanziari.

I giochi di puzzle possono sembrare innocui ma possono comunque causare dipendenza, mentre i giochi “sociali” sono caratterizzati dal desiderio di interazione e competizione. Comprendere queste diverse tipologie di dipendenza da gioco online è essenziale per sviluppare interventi terapeutici appropriati e per aiutare gli individui a recuperare un equilibrio nella loro vita. La ricerca continua in questo campo è fondamentale per approfondire la comprensione delle dinamiche della dipendenza da gioco online e per migliorare le strategie di trattamento e prevenzione.

Cause della dipendenza da gioco online

La dipendenza da gioco online, conosciuta anche come “net gaming addiction”, è una problematica complessa che, come accennato, può derivare da un insieme di fattori psicologici, sociali e biologici. Comprendere le principali cause di questa forma di dipendenza è fondamentale per poter intervenire efficacemente e aiutare gli individui a ripristinare un equilibrio nella loro vita. La dipendenza da gioco online può essere vista come il risultato di un’interazione dinamica tra predisposizioni individuali e influenze esterne.

Una delle cause principali della dipendenza da gioco online è legata ai fattori neurobiologici. Gli studi hanno dimostrato che il sistema dopaminergico, che gioca un ruolo cruciale nel processo di ricompensa e piacere, è significativamente coinvolto nella dipendenza da gioco online. Quando una persona gioca, il cervello rilascia dopamina, un neurotrasmettitore che induce una sensazione di piacere e soddisfazione.

Nei soggetti predisposti, questa risposta dopaminergica può essere particolarmente intensa portando a una ricerca continua del piacere associato al gioco. Questa ricerca può diventare compulsiva, con il gioco che assume una funzione dominante nella vita dell’individuo. Essa può sostituire altre fonti di gratificazione e diventare una necessità per sperimentare emozioni positive.

Oltre ai fattori neurobiologici, le caratteristiche psicologiche individuali possono predisporre una persona alla dipendenza da gioco online. Tra queste caratteristiche, l’impulsività gioca un ruolo significativo. Gli individui con alti livelli di impulsività tendono a cercare gratificazioni immediate e a prendere decisioni senza considerare le conseguenze a lungo termine. Questa tendenza può portarli a trascorrere ore e ore davanti al computer giocando in modo compulsivo.

Inoltre, tratti di personalità come l’introversione e la bassa autostima possono aumentare la vulnerabilità alla dipendenza da gioco online. Le persone introverse possono trovare nei giochi online un ambiente sicuro dove esprimere se stesse e interagire con gli altri senza il timore del giudizio sociale. Allo stesso modo, coloro che hanno una bassa autostima possono utilizzare il gioco come un mezzo per sentirsi competenti e apprezzati, specialmente in un contesto virtuale in cui le loro abilità possono essere riconosciute e premiate.

Le influenze sociali e ambientali sono altrettanto importanti nel determinare la dipendenza da gioco online. Il contesto sociale in cui vive una persona può influenzare notevolmente la probabilità di sviluppare una “net gaming addiction”. Ad esempio, l’isolamento sociale e la mancanza di supporto emotivo possono spingere un individuo a rifugiarsi nel mondo virtuale dei giochi online, dove può trovare una comunità e un senso di appartenenza. Inoltre, la disponibilità e l’accessibilità dei giochi online rappresentano un fattore di rischio significativo. La facilità con cui si può accedere ai giochi online attraverso vari dispositivi, combinata con l’anonimato offerto da Internet, può incoraggiare l’uso eccessivo e la dipendenza.

Anche l’ambiente familiare può giocare un ruolo cruciale. Famiglie con dinamiche disfunzionali, come la mancanza di comunicazione o la presenza di conflitti frequenti, possono contribuire allo sviluppo della dipendenza da gioco online. In tali ambienti, i giovani possono utilizzare i giochi online come un mezzo per evadere dai problemi familiari e trovare conforto e stabilità nel mondo virtuale. La emulazione dei comportamenti è un altro fattore da considerare. Se i genitori o i fratelli maggiori trascorrono molto tempo giocando online, i bambini e gli adolescenti possono percepire questo comportamento come normale e adottarlo a loro volta.

I fattori culturali e mediatici hanno anch’essi un impatto significativo. La cultura moderna, con la sua enfasi sulla tecnologia e l’intrattenimento digitale, ha normalizzato l’uso frequente dei giochi online. I media e la pubblicità promuovono i giochi online come una forma legittima e desiderabile di svago, spesso senza evidenziare i potenziali rischi associati all’uso eccessivo. Questa normalizzazione può ridurre la percezione del rischio e portare gli individui a sottovalutare i segnali di una dipendenza emergente.

Le esperienze di vita e gli stressor quotidiani sono ulteriori fattori che possono contribuire alla dipendenza da gioco online. Eventi stressanti, come problemi finanziari, difficoltà lavorative o di studio, e crisi personali, possono spingere una persona a cercare una via di fuga attraverso i giochi online. Il gioco diventa un modo per evitare il dolore e la frustrazione della realtà offrendo una distrazione temporanea ma efficace. Tuttavia, questo comportamento di evitamento può rapidamente trasformarsi in una dipendenza, in quanto l’individuo diventa sempre più dipendente dal gioco per gestire lo stress e le emozioni negative.

Infine, è importante considerare il ruolo delle vulnerabilità genetiche. Anche se la ricerca in questo campo è ancora in fase iniziale, alcuni studi suggeriscono che esistono componenti genetiche che possono predisporre una persona alla dipendenza da gioco online. Ad esempio, piccole anomalie genetiche che influenzano il funzionamento dei sistemi neurotrasmettitoriali, come il sistema dopaminergico, possono aumentare la suscettibilità alla dipendenza.

In sintesi, la dipendenza da gioco online, o “net gaming addiction”, è il risultato di una complessa interazione tra fattori neurobiologici, psicologici, sociali e ambientali. La predisposizione neurobiologica, caratterizzata da risposte dopaminergiche intense, si combina con caratteristiche psicologiche come l’impulsività e la bassa autostima. Tale combinazione creai inevitabilmente una vulnerabilità di base.

Le influenze sociali, come l’isolamento e la disponibilità dei giochi online, insieme alle dinamiche familiari e ai fattori culturali, amplificano questa vulnerabilità. Gli stressor quotidiani e le esperienze di vita, uniti a possibili predisposizioni genetiche, completano il quadro complesso che porta allo sviluppo della dipendenza da gioco online.

Come si curano le dipendenze da gioco?

Il trattamento psicologico della dipendenza da gioco online comprende varie strategie terapeutiche che mirano a ridurre il comportamento problematico e a promuovere un equilibrio psicologico e sociale nell’individuo. Uno dei principali approcci è la terapia cognitivo-comportamentale (CBT), che si focalizza sull’identificazione e la modifica dei pensieri disfunzionali e dei comportamenti maladattivi associati al gioco.

La CBT aiuta i pazienti a sviluppare abilità di coping più sane, a riconoscere i trigger che innescano il desiderio di giocare e a sostituirli con attività alternative che siano gratificanti e meno dannose. Questo tipo di terapia si concentra anche sulla gestione del tempo e sull’incremento della consapevolezza riguardo alle conseguenze negative della dipendenza da gioco online.

Un altro approccio terapeutico significativo è la terapia familiare, particolarmente utile quando la dipendenza da gioco online coinvolge adolescenti o giovani adulti. La terapia familiare lavora per migliorare la comunicazione e le dinamiche all’interno della famiglia, affrontando conflitti e creando un ambiente di supporto che facilita il cambiamento. I familiari vengono educati sulla natura della dipendenza da gioco online e imparano strategie per sostenere il loro congiunto nella sua battaglia contro la dipendenza contribuendo a stabilire confini sani e a promuovere comportamenti positivi.

La terapia di gruppo è un’altra forma di trattamento che ha mostrato efficacia nella gestione della dipendenza da gioco online. Partecipare a gruppi di supporto permette agli individui di condividere le loro esperienze con altre persone che affrontano problemi simili creando un senso di comunità e appartenenza. Questo ambiente di mutuo supporto può essere estremamente motivante e offrire nuove prospettive e strategie di coping.

La terapia di gruppo può anche aiutare a ridurre l’isolamento sociale, spesso associato alla dipendenza da gioco online fornendo un contesto sicuro per esplorare e affrontare le sfide personali.

Un altro approccio emergente nel trattamento della dipendenza da gioco online è l’utilizzo della terapia basata sulla mindfulness. Questa tecnica si concentra sull’incremento della consapevolezza del momento presente e sull’accettazione senza giudizio delle proprie esperienze interne, come pensieri, emozioni e sensazioni fisiche.

La pratica della mindfulness può aiutare gli individui a interrompere il ciclo compulsivo del gioco aumentando la capacità di autoregolazione e riducendo lo stress. Gli esercizi di mindfulness possono essere integrati con altre forme di terapia, offrendo un approccio olistico al trattamento.

Inoltre, nei casi in cui la dipendenza da gioco online è accompagnata da altre condizioni psicologiche, come ansia o depressione, può essere utile un trattamento combinato che includa sia la psicoterapia sia l’uso di farmaci. Gli antidepressivi o gli ansiolitici possono essere prescritti per trattare i sintomi concomitanti facilitando il processo terapeutico e migliorando la qualità della vita dell’individuo. Tuttavia, l’uso di farmaci deve essere attentamente monitorato e integrato con interventi psicoterapeutici per affrontare in modo completo la dipendenza da gioco online.

Infine, l’educazione e la prevenzione giocano un ruolo cruciale nel trattamento della dipendenza da gioco online. Fornire informazioni accurate sui rischi e sulle conseguenze del gioco eccessivo, nonché sulle strategie per mantenere un uso equilibrato dei videogiochi, è fondamentale per prevenire la dipendenza. Programmi educativi rivolti a giovani, genitori e educatori possono contribuire a creare una consapevolezza diffusa e a ridurre l’incidenza della dipendenza da gioco online nella popolazione.

 

Psicologo Online è un servizio di:

Dott. Davide Ivan Caricchi

n. Iscrizione Albo  4943

P.I.  10672520011

Via Giovanni Pacini 10, Torino

Via Roma 44, San Mauro Torinese

METODI DI PAGAMENTO SICURI

Privacy PolicyCookie Policy

Sito Internet e SEO a cura di Gabriele Pantaleo Webmaster