Possibili criticità della psicoterapia online: un’analisi approfondita

Negli articoli precedenti sull’argomento abbiamo illustrato le grandi potenzialità e i numerosi vantaggi offerti dalla psicoterapia online e dai servizi di supporto psicologico forniti dallo psicologo online.
Abbiamo potuto comprendere come la figura dello psicologo online sia cresciuta col passare del tempo e con l’affinarsi degli strumenti tecnologici (Skype, Zoom, GoogleDuo, chat, e-mail, ecc.). Tuttavia, per un’analisi seria e corretta di una pratica clinica dal punto di vista metodologico, è importante soffermarsi anche sulle eventuali criticità di una disciplina quale la psicoterapia online. Soltanto analizzando le criticità della psicoterapia online si potrà potenziare e migliorare ulteriormente tale pratica clinica. Scopriamo allora gli aspetti critici su cui riflettere.

                       

Fasi preliminari: comprendere se un paziente è adatto alla psicoterapia online

È stato evidenziato come diversi disturbi psichici possano essere affrontati con successo mediante la psicoterapia online: disturbi d’ansia (claustrofobia, agorafobia, disturbo d’ansia generalizzato, ecc.) disturbi depressivi non gravi (distimia, personalità depressive, ciclotimia, ecc.), fobie, ossessioni, problemi legati alla genitorialità, elaborazione di lutti e separazioni, gestione di rabbia, aggressività, stress, ecc. La psicoterapia online risulta di grandissima utilità anche per quel che concerne la crescita personale, così come nell’ambito del rafforzamento dell’autostima. Pertanto, soggetti con problemi di timidezza e insicurezza possono trarre grandi benefici dalla psicoterapia online.
Tuttavia non tutti i soggetti potrebbero risultare adatti per percorso psicologico online.
È di importanza fondamentale capire sin dalle prime fasi di valutazione psicodiagnostica se un paziente sia in grado di usufruire di una psicoterapia online, onde evitare problemi nell’alleanza terapeutica o abbandoni prematuri della terapia che possono poi contribuire a nutrire sfiducia e rabbia, con conseguente chiusura in se stessi e nei propri problemi.
Con alcuni pazienti che ad una prima impressione danno la sensazione di essere particolarmente fragili a livello di struttura di personalità e che ricorrono a meccanismi di difesa psichica primitivi, sarebbe preferibile effettuare una prima seduta psicologica di persona, così da analizzare in maniera più approfondita il linguaggio del corpo, la postura ed eventuali elementi di rigidità o bizzarria.

                                       

Situazioni di criticità per lo svolgimento di una psicoterapia online

Ci sono tuttavia disturbi psichici più seri per cui non è indicato intraprendere un percorso psicologico online. Disturbi quali le tossicodipendenze, le dipendenze da alcool, il disturbo depressivo maggiore e i disturbi di personalità gravi richiedono trattamenti psicoterapeutici di persona. Perché questo? Perché disturbi del genere implicano un funzionamento psichico più regredito, l’utilizzo massiccio di difese primitive come scissione, proiezione, identificazione proiettiva, idealizzazione e svalutazione primitiva (soprattutto nei gravi disturbi di personalità).
Pensiamo per esempio alle tossicodipendenze o all’alcolismo: non è sufficiente un supporto psicologico online, in quanto è necessario un articolato e complesso lavoro di “rete” che prenda in considerazione l’ausilio anche di psichiatri, educatori oppure di percorsi presso comunità di recupero. Discorso simile vale per i disturbi psicotici (gravi disturbi bipolari, schizofrenie). In questi casi è spesso necessario un intervento dell’educativa territoriale oppure un percorso presso comunità psichiatriche. È evidente che a fronte di problematiche psichiche del genere la psicoterapia online non è indicata.
Altra criticità, questa volta di natura più pratica, è data dallo strumento tecnologico di cui ci si può avvalere per intraprendere al meglio un percorso psicologico online. Ma non solo!
È importante, innanzitutto, avere a disposizione una buona connessione wi-fi ed un dispositivo tecnologico di qualità. È inoltre di fondamentale importanza disporre di una postazione internet che sia al riparo da persone che possano sentire più o meno di proposito i contenuti della seduta. In caso contrario, il rischio è di non potersi esprimere liberamente durante la seduta psicologica online.
Lo psicologo online, prima di intraprendere un percorso psicologico, deve esplicitare queste condizioni al paziente, cosicché il setting della seduta online risulti corretto e ottimale.