Psicoterapia online e depressione: approfondimenti

Articolo scritto dalla dott.ssa Giusy Evelin Licata.
Avere accesso a un percorso di psicoterapia online, come abbiamo visto, è importante per trattare disturbi invalidanti come la depressione, sempre più diffusi in seguito alla pandemia.
Per chiedere aiuto è però necessario essere informati sui sintomi più comuni della depressione, così da riconoscerla senza ritardi.
La depressione è un disturbo diffuso tra la popolazione generale e quindi molto ben conosciuto.
Il disturbo depressivo può esordire ad ogni età: l’età media di esordio intorno ai 25 anni.
Sembra che di questo disturbo dell’umore ne soffra dal 10% al 15% della popolazione mondiale, con una frequenza maggiore tra le donne.
Scopriamo ulteriori aspetti di questo disturbo che con grandissima frequenza giunge all’attenzione di psicologi e psicologi online.

                                                                            


Depressione: una “sfida” difficilissima per psicologo e psicologo online

La depressione è due volte più comune nelle femmine adolescenti e adulte che nei maschi adolescenti e adulti.
Nei bambini, invece, maschi e femmine vengono colpiti in egual misura.
Uno dei segnali più comuni della depressione è un diffuso senso di tristezza che non sempre ha una ragione chiara e che talvolta si manifesta in un bisogno di piangere senza motivo.
Lo accompagnano spesso mancanza di energia, la tendenza a isolarsi dagli altri e un calo dell’autostima.
Un altro sintomo da non sottovalutare è l’insonnia o l’ipersonnia, oltre ad una stanchezza costante che fa perdere interesse anche nelle attività che di solito ci facevano stare bene, e una difficoltà nello svolgere faccende e compiti quotidiani. Tale perdita di interesse per attività che prima generavano piacere e appagamento prende il nome di anedonia. Psicologo e psicologo online dovrebbero approfondire in maniera accurata questa condizione riportata dal paziente, perché spesso è un importante “campanello d’allarme” di esordio della malattia depressiva.
Altri pazienti con depressione si sentono invece molto irrequieti, irritabili e agitati. Tale stato può andare a complicare ulteriormente il quadro generale di insonnia che spesso accompagna il paziente depresso.
La depressione influenza anche le abitudini alimentari: in alcuni casi si tende ad abbuffarsi, mentre in altri si perde del tutto l’appetito.

                                             

Il percorso psicologico online con il paziente depresso

Come abbiamo già accennato in altri articoli, con l'avvento del nuovo millennio, di nuove tecnologie, ma anche ahimè e con le conseguenze generate negli ultimi tempi dalla pandemia, c'è sempre più necessità di percorsi di psicoterapia online.
Ma come lavorano paziente e psicologo online all'interno del percorso online?
La persona che soffre di depressione nel corso del tempo ha sviluppato uno schema di pensiero rigido e negativo. La psicoterapia andrà pertanto da un lato a modificare i pensieri negativi che possono sostenere la depressione, in quanto le persone che ne soffrono tendono ad avere un ipercriticismo verso se stessi, tendono ad accusarsi oltre ogni evidenza, tendono a notare maggiormente gli eventi negativi nelle situazioni quotidiane: la psicoterapia e la psicoterapia online aiutano la persona a sviluppare una modalità di pensiero più equilibrata e razionale; dall’altro lato, si lavora sulla costruzione di nuovi modelli operativi interni, nuovi modelli di pensiero, nuovi schemi comportamentali con lo scopo di affrontare le difficoltà quotidiane e la propria condizione di sofferenza psichica. Così, ad esempio, si può lavorare con la persona depressa su modalità comunicative più efficaci o strategie per risolvere i problemi nei quali si trova coinvolto.
La cura della depressione, quindi, cerca di portare la persona a riprendere gradualmente le attività che sono state abbandonate (magari cominciando da quelle più piacevoli), a sviluppare comportamenti più funzionali per risolvere i propri problemi, a pensare in modo più equilibrato e razionale. Nel percorso analitico sia paziente che psicologo sono due figure attive, in un percorso bidirezionale ed attivo, cercano entrambe la via per la cura.
Attraverso l’interazione diretta con lo psicologo o lo psicologo online, il paziente diventa attivo nella propria cura: entrambi sono coinvolti nella comprensione della malattia attraverso l’esplorazione delle radici intrapsichiche, familiari ed ambientali del disturbo.
Il paziente fornisce al terapeuta il materiale da analizzare: racconti, sogni, narrazioni di eventi che informano sullo stato affettivo ed emozionale del paziente. Lo psicoterapeuta, attraverso gli strumenti della tecnica analitica, aiuta a venir fuori dal tunnel dell’isolamento, del dolore, della fatica di vivere e di ciò che man mano emerge di seduta in seduta.
La psicoterapia è centrata anche sul presente, sui sintomi della depressione.
Fondamentale nel percorso psicologico è la relazione, in particolare l’analisi dei processi di transfert e controtransfert che costituiscono gli elementi più importanti per il cambiamento.
Attraverso la comprensione empatica e l’ascolto non giudicante, gli interventi interpretativi, ricostruttivi, esplicativi, chiarificatori o di sostegno vengono effettuati in maniera non intrusiva, permettendo gradualmente al paziente di entrare in contatto con una modalità di trattamento nuova al fine di promuovere un modo di rapportarsi a se stesso ed alla malattia differente, più funzionale.
Se riconosci uno qualsiasi degli stadi della depressione, o senti che stai attraversando vissuti simili, può essere utile rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psicologo online per inquadrare meglio la situazione e ricevere il tipo di intervento più efficace.