Quando il disagio parte da un conflitto interiore: le nevrosi

Si parla spesso del concetto di nevrosi nel linguaggio comune: spesso intorno a questo termine c’è molta confusione e approssimazione, viene scambiato per “pazzia” o per “esaurimento nervoso”, quando invece la nevrosi è un fenomeno che presenta una letteratura sterminata e che si declina in molteplici strutture di personalità (si parla infatti di nevrosi ossessiva, nevrosi fobica, nevrosi isterica, ecc.). Il fenomeno della nevrosi fu analizzato in maniera molto puntuale e approfondita da Sigmund Freud. Intorno al disturbo nevrotico egli organizzò il suo metodo psicoanalitico. Il metodo psicoanalitico fu concepito appunto per il trattamento delle nevrosi.
In questo articolo inizieremo ad comprendere più a fondo il concetto di nevrosi.

                                               

Storia del concetto di nevrosi

La nevrosi è da considerarsi un disturbo psichico senza causa organica i cui sintomi sono l’espressione simbolica di un conflitto inconscio che origina nella storia psicologica dell’individuo.
Il concetto di nevrosi fu coniato nel 1777 dal medico scozzese William Cullen che definì tali patologie dei disturbi “senza infiammazione della struttura”. Si incominciò ad intuire l’esistenza di disturbi che si focalizzavano su determinati organi ma che non presentavano una causa organica: all’epoca di Cullen si parlava di nevrosi digestive, nevrosi cardiache, nevrosi uterine, ecc.
Come accennato in precedenza, fu Freud ad approfondire il fenomeno psichico delle nevrosi. Secondo il padre della psicoanalisi, le nevrosi esprimono un conflitto tra desideri ritenuti inaccettabili e difese che vengono attivate per fronteggiare questi desideri: l’insorgenza del sintomo nevrotico sarebbe il compromesso che si viene a creare tra queste due componenti (desiderio e difesa). Sempre secondo Freud, tali conflitti affondano le loro radici nell’infanzia dell’individuo e nelle relative esperienze traumatiche o disfunzionali che l’hanno contraddistinta.
In ambito psicoanalitico, dopo i primi studi finalizzati alla differenziazione tra psicosi e nevrosi, si inizio ad approfondire e analizzare la complessità e le sfaccettature del complesso fenomeno delle nevrosi, disturbi che richiedono un trattamento psicoterapeutico differente rispetto alle psicosi.
Iniziamo ad analizzare le principali distinzioni relative al concetto di nevrosi.

                                                          

Il fenomeno delle nevrosi nelle sue molteplici sfaccettature: un’analisi iniziale

La nevrosi è pertanto una condizione di sofferenza psichica che presenta un andamento cronico e che si può manifestare con numerose affezioni quali ansia, sintomatologia isterica, paure, insicurezze, fragilità emotiva, comportamenti compulsivi, ecc. Sia ben chiaro, tutti noi nel corso della vita possiamo andare incontro a queste forme di disagio, tuttavia la persona nevrotica ne soffre in maniera continuativa e a causa di sofferenze del passato non adeguatamente elaborate. In tali casi, la strada maestra per la risoluzione di questo disagio è la psicoterapia o la psicoterapia online.
Dalla pratica clinica dei primi psicoanalisti, emerse una prima differenziazione importante nel campo delle nevrosi: quella tra nevrosi sintomatica e nevrosi del carattere. In cosa consiste questa differenza? Nel primo caso il paziente presenta una specifica nevrosi con sintomi precisi e definiti, nel secondo caso il soggetto mostra un carattere che si incentra su determinati schemi nevrotici. In sostanza, nella nevrosi sintomatica il paziente soffre per la sintomatologia nevrotica che presenta, nella nevrosi del carattere il paziente non soffre particolarmente delle sue manifestazioni sintomatologiche, in quanto è tutta la sua personalità che si approccia alla vita e a se stesso in modalità nevrotica. Le nevrosi del carattere sono quelle tipologie di disturbo psichico che in seguito verranno definite “disturbi di personalità”.
Nei prossimi articoli sull’argomento approfondiremo ulteriormente questi aspetti, in quanto, a seconda del tipo di nevrosi che si sviluppa, sarà necessario uno specifico trattamento psicologico in presenza o online.